Più investimenti sulle nuove tecnologie

Gran parte delle imprese in Repubblica Ceca punterà sulle innovazioni tecnologiche

Il Centro nazionale per l’industria 4.0, sulla base dei dati ottenuti durante 237 interviste con rappresentanti chiave di aziende selezionate nell’industria ceca, afferma che circa la metà delle industrie in Repubblica Ceca ha intenzione di incrementare gli investimenti sulle nuove tecnologie. In particolare, la metà delle imprese industriali (49%) ha confermato che investirà in media il 15% in più in nuove tecnologie quest’anno. Il 20% delle imprese considera invece una diminuzione degli investimenti, che all’incirca corrisponderà al 23%. Quanto alle piccole e medie imprese, con il 59% di investimenti, esse sono pronte a investire di più rispetto al 40% delle grandi imprese.
Attualmente, le aziende vedono i maggiori vantaggi nell’uso dell’analisi dei big data, nella stampa 3D e nell’impiego di robot nella produzione. Gli strumenti per la comunicazione con i clienti a distanza, quelli per razionalizzare la disposizione dei magazzini e delle aree di produzione, come anche le tecnologie per il monitoraggio e l’ottimizzazione dei consumi energetici, sono tra le innovazioni tecnologiche di maggiore spicco.

Anche se ciò potrebbe prevedere una diminuzione della redditività iniziale di alcune industrie ceche, esse sono comunque consapevoli dell’importanza di investire per aumentare la competitività, malgrado il periodo non troppo favorevole nel mercato: “Gli investimenti che hanno un senso e hanno un chiaro ritorno devono essere fatti in ogni momento. Le aziende di maggior successo investono di più in tempi di crisi, il che dà loro un vantaggio rispetto alla concorrenza sotto forma di tecnologia migliore, attrezzature più moderne o processi di produzione più efficienti. “ dichiara Jaroslav Řasa, proprietario di ABRA Software , leader ceco nel mercato del software digitale. Viviamo in un periodo difficile, prima la pandemia e poi la guerra hanno scosso l’ordine mondiale e le imprese si sono dovute adattare e hanno dovuto reagire di conseguenza in maniera rapida; attraverso una produzione più digitalizzata, esse potrebbero prendere decisioni più rapide e calcolate e modificare i piani di produzione o l’organizzazione generale dell’azienda in modo più flessibile. “Probabilmente siamo sull’orlo di una delle crisi più significative e massicce che abbiamo vissuto in tutto il mondo negli ultimi decenni. La pandemia covid-19, che ha aperto la strada a questa crisi, ha già dimostrato che la digitalizzazione è la vincitrice di questo periodo. È uno degli strumenti in grado di mitigare gli effetti delle crisi”, dichiara Jaroslav Liskovec, Direttore del National Center for Industry 4.0 .

Fonte: https://www.camic.cz/https://www.ncp40.cz/

Fonte immagine: https://pixabay.com/

Fonte grafica: https://storyset.com/