La nuova proposta del Ministero delle Finanze

Il progetto di legge del Ministero delle Finanze, prevede un aumento del limite annuale per la registrazione obbligatoria per l’IVA 

Importanti cambiamenti vengono proposti dal  ministro delle finanze Zbyněk Stanjura al fine di semplificare il sistema imprenditoriale. La proposta prevede l’aumento del limite di fatturato annuo per la registrazione dell’iva a 2 milioni di CZK.  Attualmente, la soglia è fissata a 1 milione di CZK, stabilito in occasione dell’adesione della Repubblica Ceca all’Unione Europea nel 2004, e rimasta immutata per i successivi 18 anni, nonostante un aumento significativo dei prezzi. L’aumento di tale limite è sostenuto dalla stessa UE e consentirà a tutti gli stati membri di attuare tale emendamento a partire dal 2025. Tuttavia, la  Repubblica Ceca ha chiesto di poter anticipare i tempi e consentire l’accesso agli imprenditori prima dell’entrata in vigore della presente direttiva, con relativo effetto previsto per il 1 Gennaio 2023.
“Le modifiche proposte hanno un denominatore comune, ovvero semplificare gli obblighi fiscali e ridurre o eliminare l’amministrazione per i nostri imprenditori. Nel programma, abbiamo promesso sostegno alle imprese, meno burocrazia governativa e un’amministrazione finanziaria di facile utilizzo che punisse l’evasione fiscale intenzionale, non i piccoli reati. E lo stiamo realizzando ora” in tal senso ha risposto il minsitro delle finanze.

Tra gli emendamenti  alla normativa tributaria, trova spazio anche quello sul sistema dell’imposta forfettaria: il ministero delle finanze ha proposto di aumentare il limite della flat tax da 1 a 2 milioni di CZK, in maniera tale da rendere sempre più agevole l’ingresso a tale regime a un numero sempre più ampio di imprenditori. Inoltre, l’importo dell’imposta forfettaria verrà suddivisa in tre fasce dettate dall’importo del reddito e dalla spesa forfettaria. Il ministro delle finanze spiega: “Le somme forfettarie saranno suddivise in tre fasce in base al loro reddito annuo, che determinano l’importo delle loro anticipazioni forfettarie mensili. La prima fascia è per ricavi annuali fino a un milione, la seconda fino a un milione e mezzo e la terza fino a due milioni di corone. Anche il tasso forfettario applicato più elevato gioca un ruolo, grazie al quale puoi entrare in una fascia più bassa della flat tax con una rata mensile inferiore “.
In virtù di tale emendamento, fino a 60.000 lavoratori autonomi potrebbero soddisfare le  condizioni necessarie per aderire alla flat tax. Tuttavia, l’impatto negativo stimato per i bilanci pubblici si attesta a circa -600 milioni di CZK,  mentre, il calo massimo del gettito iva causato dall’aumento del  limite annuo a 2 milioni di CZK, dovrebbe ammontare a -10 miliardi di CZK per i bilanci pubblici.
Per concludere, il Ministero garantisce, inoltre,  una proroga di altri due anni del sistema di ammortamenti rapidi,  introdotto nel 2020 a seguito del consistente impatto economico che la pandemia ha provocato, al fine di supportare e rendere il contesto imprenditoriale sempre più virtuoso.

Fonte: http://www.mfcr.czhttp://www.camic.cz
Fonte immagine: http://www.pixabay.com
Fonte grafica: http://www.storyset.com