Aumentano gli investitori stranieri in obbligazioni ceche

Obbligazioni ceche

Obbligazioni ceche: i dati

La quota di investitori stranieri che detengono titoli di stato cechi è salita al 32,4 percento alla fine di giugno dal 31,2 percento alla fine dello scorso anno. Risulta dai dati del Ministero delle Finanze. Ma lo sviluppo è volatile. Se a fine marzo la quota era superiore al 33 per cento, a luglio era intorno al 32 per cento. Allo stesso tempo, tuttavia, il valore assoluto delle obbligazioni in corone detenute da investitori stranieri è salito a 725,5 miliardi di CZK a luglio da 720,6 miliardi di CZK a giugno. Gli investitori detenevano il maggior volume di obbligazioni alla fine di aprile, vale a dire 727,5 miliardi di corone.

Obbligazioni ceche

Obbligazioni ceche: totale

Il debito totale della Repubblica Ceca tramite obbligazioni a fine luglio ammontava a 2,26 trilioni di corone, mentre a giugno era di 2,22 trilioni di corone e alla fine dello scorso anno 2,01 trilioni di corone. L’elevato aumento delle obbligazioni di nuova emissione viene quindi assorbito dal settore finanziario nazionale, ad esempio, le banche nazionali detengono un volume di obbligazioni pari a 909 miliardi di corone a luglio, ovvero il 40% del totale delle obbligazioni emesse. Due anni fa, questo volume era di 331 miliardi di corone

Obbligazioni ceche e stranieri: il fenomeno

La quota di investitori stranieri ha iniziato a crescere in modo significativo in connessione con la prevista fine degli interventi valutari della Banca nazionale ceca nel 2017. L’aumento della quota di investitori esteri è dovuto principalmente alla scommessa sul rafforzamento della corona dopo la fine degli interventi valutari della CNB. I titoli di stato erano anche uno dei pochi strumenti su cui gli investitori stranieri potevano investire. Allo stesso tempo, gli interessi elevati hanno ridotto i rendimenti delle obbligazioni ceche.

Obbligazioni ceche

Fonte: Idnes