I cechi non intendono rinunciare ai contanti, ma le abitudini stanno cambiando.

I cechi sono aperti all’innovazione. Rispetto allo scorso anno è aumentato il numero di persone che utilizzano metodi di pagamento “intelligenti“. L’82% dei cechi preferisce già i pagamenti senza contatto e un quinto di loro paga con il cellulare. A questo ha contribuito anche la pandemia. Anche se aperti all’innovazione, i cechi non intendono rinunciare al contante. Ciò risulta dal sondaggio di quest’anno dell’Associazione bancaria ceca, che si concentra sulle abitudini di pagamento.

Contanti

I pagamenti: i dati

Nella Repubblica Ceca il mezzo di pagamento più diffuso è la carta di debito, utilizzata dal 69% delle persone. Tuttavia, il 55% dei cechi paga spesso in contanti. “Rispetto ai tempi precedenti, quando gli acquirenti erano infastiditi dai pagamenti con carta in coda, la situazione ora si è invertita dopo dieci anni di pagamenti contactless. A causa del tempo impiegato per il calcolo manuale dei contanti”, afferma Michal Čarný, CEO di Mastercard per la Repubblica Ceca e la Slovacchia.

Contanti

L’incentivo al pagamento con carta

“L’atteggiamento positivo delle persone nei confronti dei pagamenti contactless è stato in parte supportato dalla pandemia di coronavirus, durante la quale le nostre vite si sono spostate nel mondo online. La maggior parte delle persone ha dovuto adattarsi a una serie di cose a cui non era abituata”, osserva Tomáš Hládek, manager della Commissione per il sistema di pagamento dell’Associazione bancaria ceca. I pagamenti tramite telefoni cellulari, smartwatch o carte contactless, che non devono essere inserite nel terminale, sono diventati uno strumento utile durante una pandemia per velocizzare i pagamenti alle casse e ridurre il rischio di infezione.

Fonte: iDNES