Business Taxation for the 21st century: il nuovo piano europeo

Business Taxation for the 21st century

Emanata il 18 Maggio 2021, la commissione europea ha stabilito i nuovi principi guida di breve e lungo periodo per una tassazione più armoniosa all’interno dei paesi UE.

Business Taxation for the 21st century: la regolamentazione BEFIT

Business Taxation for the 21st century

La commissione si impegna a presentare il “Business in Europe: Framework for Income Taxation” (BEFIT), una regolamentazione completa relativa alla tassazione delle imprese entro il 2023. Uno dei punti più salienti riguarda l’applicazione una tassazione unica di comune, al fine di sburocratizzare le procedure dei singoli stati e minimizzando inoltre l’evasione fiscale. Inoltre, per le grandi imprese sarà necessario dichiarare, con metodologie ancora da definire, il loro effettivo livello di profitti.

Business Taxation for the 21st century: il progetto DEBRA

Un altro importante caratteristica del programma è dato dal “Debt Equity Bias Reduction Allowance” (DEBRA). Un programma di deduzioni fiscali che mira a stimolare il finanziamento di progetti imprenditoriali  tramite conferimento di capitali invece dei classici prestiti bancari. Il fine ultimo è quello di evitare l’eccessivo indebitamento delle imprese, che potrebbe minarne alla base la stabilità. Quest’ultimo programma verrà messo in atto dall’inizio del 2022.

Business Taxation for the 21st century: il trattamento delle perdite

Business Taxation for the 21st century

Un’ultima nota riguarda il trattamento delle perdite, la Commissione raccomanda infatti gli stati europei di sostenere le perdite recenti delle imprese, al fine di supportare la ripresa dal Covid-19. Il fine ultimo è quello di evitare il fallimento di imprese che prima del Covid-19 risultavano in positivoe quindi chiaramente in salute. Il livello massimo di perdite ammissibili risulta essere di 3 milioni di euro per azienda, come indicato dalla Commissione stessa.

Fonte: UE website