Il secondo trimestre vede il PIL ceco al +2,8%

Contanti

Repubblica Ceca- La crescita del PIL ceco ha raggiunto il 2,8% nel secondo trimestre, aumentando trimestralmente dello 0,7%. Questo è ciò che emerge dai dati pubblicati oggi dall’Ufficio statistico ceco (CSZO).

Vladimir Kermiet, direttore dei conti nazionali, afferma che anche i costi salariali delle società sono cresciuti nel secondo trimestre, aumentando del 7,1% su base annua, insieme ad un aumento del 3,5% su base annua della liquidità e del reddito non monetario delle famiglie.

 

Secondo l’analista di Generali Investments Radomir Jac questa è la crescita annuale più forte dell’economia ceca dal primo trimestre del 2018; mentre in accordo con l’analista di Raiffeisenbank Lubos Ruzicka l’attuale crescita può ancora considerarsi solida, considerando che l’economia ceca si trova attualmente all’apice del suo ciclo economico e che un’eventuale rallentamento potrebbe derivare maggiormente dagli sviluppi all’estero.

Nel secondo trimestre, il reddito reale e quello non monetario pro capite delle famiglie sono aumentati  del 3,5% su base annua e dell’1,2% rispetto al primo trimestre. Inoltre, anche il consumo pro capite delle famiglie è aumentato, crescendo del 2,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dell’1,5% su base trimestrale.

Fonte: Ctk, Inhed, CSZO